Quasi non ci si accorge che è Natale nel deserto!!
Le feste di Natale trascorse nel deserto sono un po’ particolari. Noi ovviamente in quei giorni, come tutti quelli che lavorano con i turisti, siamo molto indaffarati, sono giornate frenetiche, perché in un paio di settimane si concentrano tanti visitatori.
Diciamo quindi che per noi le feste volano e quasi non ci si accorge che Natale e Capodanno sono già passati.

La vigilia di Natale e il giorno stesso di Natale devo dire che per me sono occasioni speciali, in cui di solito mi manca il fatto di non poter essere in Italia con la mia famiglia e i miei amici. Anche perché qui in Marocco il clima natalizio non esiste proprio. Qui infatti, essendo un paese musulmano, non si festeggia il Natale.

Se non fosse quindi per i nostri cari turisti che ogni anno mi permettono di trascorrere piacevolissime vigilie di Natale in accampamento, nel deserto, davanti a un caldo fuoco e sotto milioni di stelle mi sentirei davvero nostalgica. Vorrei quindi ringraziare tutti i turisti che con me hanno trascorso questa e le precedenti vigilie di Natale e mi hanno fatto sentire come a casa.

A Capodanno invece è tutta un’altra musica, perché la notte nel deserto con i turisti è sempre molto festosa, speciale e in genere c’è sempre tanta gente. Si mangia, si beve, si sta in compagnia e si ascoltano i tamburi berberi davanti a un bel fuoco, per scaldarsi un po’ in attesa del nuovo anno!!
Ora stiamo lavorando per questo e nel frattempo aspettiamo tanti altri turisti che verranno a trovarci in questi giorni.

Sì saranno giorni frenetici e di lavoro, ma ci daranno anche l’occasione per conoscere tanta nuova gente, sicuramente interessante, con il suo bagaglio di esperienze e viaggi, che ci porterà una ventata di allegria e buon umore per l’anno nuovo!!

Desidero quindi inviare un caro augurio a tutti per il 2014, anche a coloro che non potranno festeggiare con noi il Capodanno e vorrà dire che per le abbuffate natalizie attenderò fine gennaio quando andrò per qualche giorno in Italia!!